Per trattamenti fitosanitari si intendono l'insieme di tutti gli interventi curativi che sono necessari per contrastare i principali patogeni che sono causa del deperimento e l'indebolimento della vegetazione del verde urbano e privato.

Nella maggioranza dei casi le patologie sono dovute a insetti che, direttamente (nutrendosi di foglie, linfa e corteccia) o indirettamente (lasciando sulla superficie fogliare sostanze organiche che impediscono o limitano la fotosintesi) provocano danni, anche di notevole entità. Frequenti sono anche le malattie provocate da funghi e batteri. Tuttavia le sofferenze delle piante sono altresì provocate da squilibri nutrizionali e dalle avversità atmosferiche.
Le tecnologie a disposizione della Ekosis permettono all'Azienda di provvedere alla cura delle vostre piante sia con i tradizionali metodi per aspersione sia con una delle più tecnologiche soluzioni che l'attuale mercato propone: l'endoterapia.

L'endoterapia è una metodologia che può essere utilizzata su quasi tutti i tipi di piante, in particolare su quelle ornamentali, per combattere infestazioni e malattie provocate da insetti e funghi. Il metodo, basato sull'iniezione di specifici prodotti fitosanitari nel tronco, consente di colpire il parassita in tutti i rami e foglie, anche le più lontane, sfruttando la linfa ascendente che dalle radici porta acqua e sali minerali in ogni cellula della pianta. 

I vantaggi dell'endoterapia, rispetto ai tradizionali trattamenti in chioma si possono così riassumere: i principi attivi vengono distribuiti in maniera capillare, indipendentemente dall'altezza della pianta, risultato impossibile da ottenere con i comuni sistemi di irrorazione in chioma.

I trattamenti endoterapici, possono essere effettuati senza nessun rischio per la popolazione anche su piante vicine alle abitazioni come nel caso di piazze o vie urbane, anche in giornate di vento, senza il rischio che gli agrofarmaci raggiungano le abitazioni. In tali casi occorre considerare anche altri vantaggi associati (di ordine pubblico), evitando ad es. l'emissione da parte dei comuni delle necessarie ordinanze atte a cautelare i beni e i cittadini.

7